Conto corrente protestati in sintesi

Prima di descrivere brevemente il conto corrente protestati accenniamo a chi sono dedicati. Per protestato s’intende principalmente un soggetto che ha in corso una procedura di protesto di un pubblico ufficiale per il non pagamento di un debito alla scadenza o per la presenza di assegni o cambiali in protesto. Per questo sono iscritti al crif.

Conto corrente per protestati

Di conseguenza tale soggetto può essere considerato come una persona poco affidabile dal punto di vista creditizio e trovare delle difficoltà nell’apertura di un conto corrente.

Tuttavia l’attuale normativa non pone nessun divieto alla possibilità di apertura di un conto corrente per protestati, ma lascia ampia discrezionalità nel definire le modalità operative da applicare.

Cosa valutare per un conto corrente per protestati

In generale un protestato ha quindi due possibilità:

  • Richiedere delle carte prepagate o con codice Iban, che permettano di poter svolgere operazioni molto simili ad un più classico conto corrente come pagamenti e accrediti di stipendio, ma con massimali di deposito più contenuti.
  • Apertura di un conto corrente.

Nel caso di apertura di un conto corrente per protestati è importante prestare però una maggiore attenzione ad una serie di elementi:

  • Eventuali costi di gestione maggiori rispetto ad un conto corrente tradizionale.
  • Presenza di un conto specifico per protestati senza rilascio di carta bancomat e carta di credito.
  • Maggiore convenienza nel caso di cifre basse da gestire delle carte prepagate o con codice Iban.

La proposta di Hello Bank

Tra le principali offerte presenti nel settore Hello Bank e il conto Hello Money, può tradursi come soluzione ideale. Si tratta di un conto a canone zero e senza nessuna spesa di gestione, che permette di ottenere gratis carte di debito e prelievi gratuiti in ogni parte del mondo.

Il conto Hello Money è inoltre facile da aprire, è sufficiente infatti collegarsi on line sul portale della banca, inserire i propri dati principali, allegare il proprio documento d’identità e il documento firmato, eseguire un bonifico da 10 euro.

Altra interessante alternativa è offerta dal conto corrente Yellow di Che Banca, che non applica nessun canone mensile per le spese di gestione e per le carte bancomat o carte di credito.

Anche in questo caso la procedura di apertura è molto veloce e on line sul portale della Banca, con l’inserimento di alcuni dati principali, firma del contratto e fotocopia del documento d’identità e codice fiscale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.