Anche per le carte di credito senza spese, così come per i conti correnti, è prevista la formula a 0 spese. Abbiamo ben sottolineato, però, l’accortezza che bisogna avere sempre: abbinare la scelta su misura delle proprie esigenze e non solo guardare se è gratis.

Carte di credito senza spese

Generalmente questa tipologia di carte di credito senza spese sono quelle prepagate e  ricaricabili, ma anche le più classiche legate al conto possono essere senza costi per uso standard dell’utente.

In effetti, non semprela carta a 0 costi è quello più adatto per tutti perché solitamente:

  • non è indirizzato al reinvestimento delle somme depositate. Il tasso di remunerazione sarà per lo più nullo;
  • l’uso che viene messo in chiaro, ovvero il profilo di utenza ideale, è rappresentato da quella tipologia standard, senza particolari e complessi servizi addizionali. Se bisogna, quindi, solo domiciliare le utenze domestiche, accreditare lo stipendio o la pensione e fare i pagamenti, è molto adatto. Per un imprenditore è sconsigliabile la formula standard del conto senza spese.

Bisogna sempre leggere le condizioni contrattuali per rendersi conto se quel tipo di formula a 0 spese è quella adatta per noi, in quanto non si tratta di contratti standard. E ciò vale sia per il conto a 0 spese e per le carte di credito senza spese, ovviamente.

Due offerte di carte di credito senza spese Gratis

Banca Sella Visa Revolving gratuita

La quota annuale della Carta base è gratuita. L’azzeramento del canone periodico è quindi previsto per la formula standard della Carta di credito classic Banca Sella. In più aggiunta l’opzione della rateizzazione del rimborso, prevista per il revolving (formula del prestito incorporato).

E’ da precisare che se non si optasse per il revolving la carta di credito base classic Banca Sella prevedrebbe, in ogni caso, una quota annuale di euro 30,98. Se ne può concludere che si è deciso di essere ripagati, attraverso il servizio del revolving (prestito incorporati), concedendo le stesse possibilità di utilizzo della carta di credito base, e non attraverso un canone fisso.

Carta Kataweb

E’ riservata per l’utenza che sceglie di acquistare on line. E’ a zero spese di gestione per  quota annuale ed invio di comunicazioni periodiche.

Si tratta anche in questo caso di una carta revolving a costo 0 per i classici usi via Web.

Non andando a soppesare a fondo le varie condizioni finanziarie che l’interessato avrà cura di leggere presso le fonti apposite, è da rimarcare come il 0 spese è di solito prevista per certe modalità di utilizzo standard della carta di credito, con selezione mirata della gamma di utenza potenziale. Le due proposte commerciali proposte rispondono entrambe alle esigenze del credito al consumo, per cui il cliente deve solo ricaricare, disporre pagamenti, sostenere il costo degli interessi o oneri accessori.