Il circuito Visa,  diffuso capillarmente su tutto il territorio, ha deciso, a differenza degli altri circuiti, di non gestire, attraverso i suoi ideatori e promotori, direttamente la carta Visa.

La diffusione di tali strumenti di pagamento, accettati in molte parti del mondo, dipende principalmente da tale politica. Ciò che viene dato in partnership ai vari istituti bancari e finanziari è unicamente il nome e la garanzia del marchio. Riguardo a condizioni economiche e finanziarie possono decidere autonomamente i singoli partnership.

Pertanto, la carta visa non sono mai caratterizzate da condizioni standardizzate (tassi di interesse, eventuale presenza di tetti massimali di utilizzo, condizioni ed avvertenze all’uso, programmi fedeltà e partnership abbinati, commissioni per operazione, canone annuale) e bisogna volta per volta leggere bene le condizioni contrattuali.

Visa non gestisce neanche il convenzionamento degli esercenti, anche quest’ultimo spettante alle singole istituzioni bancarie e finanziarie che provvedono a proporre o a contattare gli esercizi commerciali, ai fini dell’installazione degli appositi Pos.

Carta Visa

In sintesi: la storia del circuito Visa

  1. L’anno in cui tutto comincia è il 1958. Bank of America emette una carta di pagamento a dominio territoriale vincolato (utilizzo esclusivo nell’area della California).
  2. 1970: Creazione della National BankAmericard Corporation, che si occupa associandosi con altri istituti bancari dell’emissione di carte di pagamento che rispettino i requisiti di sicurezza (dominio di utilizzo limitato ai soli soci).
  3. Internazionalizzazione di tale istituto ed introduzione sul mercato e gradualmente in tutto il mondo delle Carte Visa.

La diffusione del circuito Visa è estesa, al punto da diffondersi in pochi anni, e grazie alle politiche del gruppo ideatore, nel Regno Unito (il principale mercato europeo delle carte Visa), in Spagna, Francia, Turchia, Italia, Portogallo e Germania.

L’Italia, in particolare, proprio negli ultimi tempi difficili e di crisi economica, sta conoscendo uno sviluppo importante delle carte di credito, con particolare interesse al marchio Visa che le varie banche e finanziarie utilizzano come partnership, a garanzia della diffusione capillare e della sicurezza del sistema di pagamento.

Servizio clienti, numero verde Visa

Per tutte le info relative a numero verde, secur code ed altri servizi dedicati ai clienti vi rimandiamo alla pagina del sito ufficiale.

Assistenza in caso di smarrimento della carta Visa

Hai perso o ti hanno rubato la carta?

Numero verde in Italia: 800-819-014