Le cambiali sono un mezzo che consente di posticipare il pagamento di una determinata somma di denaro. E’ anche detto prestito a cambiali o prestito cambializzato.

Cambiali compilate

Innanzitutto, bisogna distinguere tra tratta (ordine di pagamento) e pagherò (promessa di pagamento).

In base al gergo tecnico, i soggetti implicati, in caso di ordine di pagamento, sono:

  • il traente, ovvero il creditore;
  • il trattario, ovvero il debitore;
  • beneficiario terzo che può coincidere o meno con il traente. Si tratta, infatti, di un titolo di credito all’ordine, ovvero trasferibile mediante girata.

L’ordine di pagamento è al portatore, nel senso che il trattario dovrà pagare chi è in possesso della cambiale (tratta accettata).

La promessa di pagamento implica, invece, che il soggetto emittente sia il debitore stesso, a favore del creditore (soggetto prenditore).

Caratteristiche: astrattezza, formalità, esecutorietà

Tra le altre caratteristiche tecniche di tale titolo sono da citare:

  • l’astrattezza, in quanto non emerge la causalità del rapporto sottostante tra creditore e debitore
  • formalità, in quanto bisogna rispettare i vari accorgimenti previsti dalla legge, affinché la cambiale risulti valida
  • esecutorietà, una volta assolta l’imposta di bollo. Non necessitano, pertanto, né decreto ingiuntivo di pagamento né sentenza di condanna.

Gli elementi necessari delle cambiali

Vi sono degli elementi essenziali, in assenza dei quali la cambiale non è valida e questi sono:

  • l’utilizzo della denominazione di cambiale;
  • l’ordine o la promessa di pagamento verso il beneficiario;
  • l’indicazione del nome del debitore e del primo beneficiario (primo prenditore);
  • la data in cui il titolo viene emesso;
  • la firma del traente (ordine di pagamento) o del soggetto emittente (promessa di pagamento).

Il bollo della cambiale

E’ semplicemente una marca da bollo da incollare alla cambiale all’atto della firma. E’ un elemento essenziale per renderla esecutiva. La marca da bollo può essere sostituita il contrassegno telematico.

Come si calcola?

L’importo del bollo è calcolato in base alla somma della cambiale: corrisponde esattemente al 12 per mille della cifra dell’importo. Va arrotondato per eccesso.

Nel caso l’importo del bollo non sia sufficiente è possibile apporre bolli aggiuntivi assicurandosi che la cambiale abbia validità.

Altri elementi da considerare

Altri elementi sono accidentali, nel senso che la loro assenza non implica la nullità del titolo e si tratta di:

  • la data di scadenza; in assenza, la cambiale verrà pagata a vista al portatore;
  • il luogo di emissione; in assenza, è quello del traente (ordine di pagamento) o dell’emittente (promessa di pagamento);
  • il luogo del pagamento; in assenza, vale quello del trattario.