Il conto corrente famiglia è rivolto alle molteplici esigenze che può avere una gestione familiare.

Solitamente, pertanto, è una formula multi-servizio non a zero spese, in quanto i servizi da garantire non concernono la mera e minuta gestione come nei conti a zero spese.

Il profilo-cliente famiglia può essere, altresì, interessato all’investimento delle somme depositate, oltre che a servizi addizionali (ad es. un pacchetto assicurazione).

Conto corrente famiglia

Vediamo alcuni esempi di offerte di pacchetti-famiglia:

Conto corrente famiglia alla rovescia – Banca Sella

Perché “Conto corrente alla rovescia?”. Semplice, ha una peculiarità: il canone fisso decrescerà man mano che il cliente sottoscrive un nuovo ventaglio di prodotti presso la banca.

Il canone, in via ordinaria, è di 18 euro trimestrali.

Sono inclusi:

  • utilizzo gratis carta bancomat;
  • tutto compreso: estratti conto, bonifici online, libretto degli assegni;
  • servizio di domiciliazione delle utenze domestiche (bollette, ricariche e pagamenti di routine);
  • la remunerazione sulle giacenze è dello 0,40% lordo.

Il canone sarà ridotto di 2 euro trimestrali, per ogni attivazione dei seguenti servizi addizionali:

  • accredito automatico stipendio o pensione;
  • attivazione carta di credito;
  • internet banking e Rid;
  • richieste di prestiti e mutui (riduzione del doppio: 4 euro);
  • polizze assicurative;
  • servizio di custodia titoli e gestioni patrimoniali (riduzione del doppio: 4 euro).

Già da questa prima proposta commerciale, si capisce la differenza fra conti a 0 spese per la minuta gestione, limitata ai servizi essenziali, e conto corrente famiglia, solitamente multi-servizio.

La filosofia di fondo è che non è migliore in assoluto nessuna proposta commerciale: dobbiamo essere noi stessi a valutare quella più rispondente alle nostre effettive esigenze.

Siamo, ad es., dei single che non hanno alcuna esigenza suppletiva, oltre alla semplice movimentazione di ordinaria gestione? Benissimo, la formula a 0 spese ci rispecchia.

Abbiamo bisogno di un elevato ventaglio di servizi, tra cui il mutuo, l’assicurazione-famiglia? Allora, il 0 spese non fa più per noi, anche in considerazione del basso o nullo rendimento che offre sugli investimenti, salvo abbinamento a conti deposito (da non confondere con i conti correnti tradizionali).

Tutto per uno – Banca Popolare di Lodi

Rispetto al caso precedente, il canone è estremamente contenuto e può essere nullo. Ma questo perché? E’ per un profilo-cliente famiglia che necessita, invece, di effettuare un numero molto minore di operazioni.

In particolare, si garantisce:

  • un massimo di 3 operazioni gratuite al trimestre ( le aggiuntive a pagamento );
  • tutto incluso: domiciliazione delle principali utenze domestiche, libretto degli assegni, estratto conto;
  • garantiti: carta bancomat, carta di credito rateale, servizio di banca telefonica.

Il tasso creditore annuo nominale è nullo, anche in considerazione del fatto che lo stesso è assimilabile al 0 spese, con la differenza di rivolgersi al profilo-cliente famiglia. Quindi, è un conto aperto in termini di margini di personalizzazione dei servizi (chiaramente pagando il pro-capite addizionale richiesto).

E’ importante confrontare sempre le varie offerte per vedere quelle che rispondono meglio alle nostre esigenze.