Vediamo come e perchè aprire conto deposito e la sua convenienza. Le banche, per differenziare meglio la tipologia di offerta sulla base delle esigenze dei correnti, hanno previsto i conti deposito, da non confondere con i conti correnti tradizionali.

Aprire conto deposito

Aprire conto deposito, le differenze con il conto corrente

E’ bensì vero che in molti l’apertura del conto deposito è un prodotto abbinato (talvolta necessariamente, presso la stessa banca per poter accedere al pacchetto di offerta) al contratto di conto corrente. Ma non è sempre così, in quanto questo prodotto è finalizzato appositamente al deposito di determinate somme, in modo vincolato o meno, per poter spuntare rendimenti interessanti sulle somme depositate. E’, in effetti, da considerare che oramai il conto corrente non è un prodotto finalizzato all’investimento e gli interessi sulle somme in giacenza sono quasi nulli (nulli per i conti ordinari a 0 spese). Alcune banche online sono nate offrendo, inoltre, solo conti deposito e non i conti correnti (il conto arancio ad es. è il più conosciuto).

Solitamente, all’apertura del conto è possibile avere un certo margine operativo non vincolato, ma è pur sempre minore rispetto a quello offerto al conto corrente. La finalità deve essere risparmiare per raccogliere i frutti, cosa che non è possibile con il conto corrente tra spese e spesucce, superiori al rendimendo delle somme giacenti, lasciarci una somma vuol dire vedersela togliere giorno dopo giorno. A quel punto, è più appropriato scegliere un prodotto mirato.

Vediamo le principali caratteristiche che li distinguono. Ciò è, si può dire, propedeutico al chiederci come si apre un conto deposito, anche perché le prassi di apertura sono un po’ le stesse. Non bisogna, infatti, dimenticare che trattasi sempre e comunque di stipule contrattuali tra privati.

Il conto corrente è solo un appoggio al conto deposito

Tale conto di appoggio lo si può avere:

  1. presso la stessa banca in cui si apre il conto deposito; spesso alcune banche offrono delle offerte con integrati conto corrente e conto deposito, proprio per chi vuole investire le somme giacenze  in modo libero o vincolato tra i due diversi conti.
  2. Presso una banca differente: e ciò solitamente avviene per quelle banche on-line che concedono unicamente l’apertura di conti deposito (ad es.conto arancio) e non di conti correnti tradizionali.

Che operazioni posso fare con un conto deposito?

E’ buona prassi leggere sempre il contratto, visto che possono essere previste delle formule differenziate. Ma comunque, di solito, con un conto deposito si può soltanto:

  • versare sul conto deposito, dal conto corrente di appoggio;
  • prelevare dal conto deposito (deposito libero o svincolabile entro determinati limiti contrattuali) e versare sul conto corrente di appoggio.

Tutte le normali operazioni di conto corrente (ad es. accreditamento di stipendio o pensione, domiciliazione delle utenze domestiche, inoltro Rid salvo che da conto corrente di appoggio) sono, di solito, non concesse.

Aprire conto deposito, a cosa devo prestare attenzione?

Dettagli importanti:

  • la lettura delle condizioni contrattuali e dei rendimenti offerti, affinché si possa valutarne la convenienza;
  • se stipulato online, stampa della propria copia contrattuale o richiesta di invio tramite posta all’indirizzo convenuto;
  • corretta compilazione dei moduli di apertura conto deposito.

Assolte le normali operazioni di routine (sono sempre richiesti i classici documenti di identità, talora anche per contratti on-line da spedire via posta), solitamente è richiesto un primo versamento verso il conto deposito dal conto di passaggio.